Allattare: una scelta o un dovere? - In Salus - Centro Medico Polispecialistico di Lecco

Allattare: una scelta o un dovere?

allattamento: cosa fare?

Negli occhi delle neo-mamme si leggono tante cose: incertezza e orgoglio, preoccupazione e soddisfazione, timore e forza… emozioni contrastanti e intense.

Quando poi si entra nella questione allattamento, è come muoversi in una cristalleria: allattare e come farlo sembra essere una questione complessa e non sempre chiara, in cui emergono giudizi e pregiudizi.

Negli anni sono state dette e scritte molte cose su questo tema, frutto di modi di pensare che si sono modificati e hanno di volta in volta portato nuove “mode” e nuovi punti di riferimento.

Ma quale sia il “modo giusto” è una questione che resta aperta, soprattutto nel cuore delle madri.

Allattare al seno, usare il latte artificiale, quanto andare avanti, quando smettere…. sono tante le domande e a volte ci si perde: non si sa cosa fare e come. Per questo mi viene il desiderio di semplificare: di rendere semplice un evento così complesso.

Il LATTE è il primo nutrimento, una sostanza dolce, calda e fluida che nutre, rilassa, fa crescere e consola. Il latte è il primo nutrimento ma non solo, esso si associa all’amore, quel nutrimento simbolico che insieme al latte passa dalla madre al figlio.

Allattare è quindi anche, e forse soprattutto contatto, vicinanza, piacere, un gesto intimo in cui ci si tocca e ci si guarda in cui si è presenti insieme. Per questi non è possibile stabilire un modo unico e “corretto” di allattare ma occorre trovare il proprio tenendo come unico riferimento se stesse e il proprio piccolo.

Non tutte le donne riescono, vogliono o sono a loro agio nell’allattare al seno, alcune preferiscono farlo per poco, altre tentano ma poi, per varie ragioni, passano a quello artificiale: questo però NON le rende mamme di serie B, come spesso loro stesse temono.

Ciascuna donna deve potersi sentire bene in quel gesto, deve poter sentire il piacere di stare col proprio bambino: solo con questi presupposti potrà avvenire quel passaggio d’amore indispensabile alla crescita, non solo fisica ma anche psichica ed emotiva.

Occorre dire alle mamme di oggi che le strade possono essere tante e che il loro unico compito è quello di trovare la propria, quella che funziona per loro. Occorre dire loro di lasciare fuori dalla mente e dalla porta parole, opinioni e ragionamenti che le allontanano dal loro istinto e da quello che sentono.

Occorre dire loro che possono scegliere e che se staranno bene starà bene anche il loro piccolo!

Occorre dire: “Siate serene e godetevi il momento a modo vostro!”

Dott.ssa Marta Monciotti Psicoterapeuta