Alimentazione in gravidanza - In Salus - Centro Medico Polispecialistico di Lecco

Alimentazione in gravidanza

All’inizio della gravidanza il ginecologo generalmente fornisce alla futura mamma tutte le norme (o indicazioni) di carattere igienico-sanitario previste per la riduzione del rischio di contrarre malattie dannose per il feto.

Le future madri sono quindi solitamente molto bene informate sui principi fondamentali: non consumare alimenti crudi, controllare che carne, pesce e uova siano ben cotte, lavare scrupolosamente gli ortaggi, idratarsi a sufficienza.

Ma quando bisogna scegliere gli alimenti… sappiamo davvero come comportarci?

Alimentazione in gravidanza per non ingrassare

In questo articolo avevamo già visto cosa mangiare e cosa evitare di mangiare in gravidanza.

Oggi invece ci concentrami su COME PREPARARE I NOSTRI PIATTI.

La buona notizia è che le raccomandazioni per una sana alimentazione in gravidanza sono sovrapponibili a quelle per la popolazione generale.

  • 5 porzioni al giorno tra frutta e verdura (2-3 porzioni di verdura)
  • una porzione di semi oleosi (noci, nocciole, mandorle, pistacchi non salati…) o avocado al giorno
  • condire poco e con olio, possibilmente extravergine di oliva (o in alternativa olio monoseme), meglio se a crudo
  • preferire pane e pasta integrali; il fabbisogno di carboidrati rimane pressoché invariato con la gravidanza, per cui non è bene consumare porzioni troppo abbondanti di alimenti a base di farine o cereali
  • una o due porzioni al giorno di latte o yogurt magri, non zuccherati
  • prevedere 2-3 spuntini leggeri al giorno, costituiti da frutta, yogurt magro, pane (eventualmente con un cucchiaio di olio o 2 cucchiaini di marmellata), frutta secca
  • prevedere 2 porzioni (non eccessive) di secondo piatto al giorno, preferendo pesce e legumi; almeno un pasto al giorno dovrebbe prevedere una di queste fonti proteiche, mentre l’altro si può ripartire tra carne bianca, uova, formaggi e salumi (non più di una volta a settimana, e scegliendo solo quelli cotti)
  • bere almeno 1,5-2 litri di liquidi al giorno, suddivisi nell’arco della giornata
  • limitare i dolci e gli zuccheri

Attività fisica in gravidanza

È molto importante, per le donne in gravidanza, praticare attività fisica quotidianamente.

Infatti camminare o nuotare 30 minuti al giorno aiuta a:

– mantenere la muscolatura,

– prevenire il diabete gravidico

– scongiurare un incremento di peso eccessivo

È inoltre fondamentale ricordare che l’aumento del fabbisogno calorico è davvero limitato nel corso della gravidanza, soprattutto durante le prima settimane; il modo migliore per sapere se ci si sta alimentando adeguatamente è pesarsi una volta a settimana e non mancare ai controlli col ginecologo, che saprà dirci se siano necessarie modifiche alla nostra alimentazione.

Dott.ssa Cecilia Biazzi, Dietista